By Plimun Web Design

Airtermia

E-mail Stampa PDF

La pompa di calore aria-acqua sfrutta l’energia naturale presente nell’aria esterna per riscaldare l’abitazione e produrre acqua calda.

Il principio di funzionamento è simile a quello di qualsiasi frigorifero domestico e utilizza un ciclo di compressione del gas frigorifero. Questo determina una forte riduzione delle emissioni di CO2 rispetto a qualsiasi sistema di riscaldamento tradizionale a combustibile fossile e spiega perché le pompe di calore aria/acqua NIBE sono ufficialmente classificate come fonte di energia rinnovabile.

Una pompa di calore aria/acqua abbassa notevolmente i costi del riscaldamento e dell’acqua calda di un’abitazione. I costi del riscaldamento possono essere abbattuti anche del 65% sebbene le percentuali esatte dipendano da diversi fattori tra cui il luogo dove si vive, le dimensioni della casa e se il sistema viene utilizzato anche per il raffrescamento.

L’investimento iniziale è relativamente basso rispetto ad una pompa che sfrutta l’energia geotermica o ad acqua di falda dato che la pompa di calore aria/acqua non richiede perforazioni geotermiche o pozzi.

Questo la rende un'ottima alternativa in caso in cui non si possano effettuare impianti a sonde o ad acqua di falda. Il tempo del ritorno sull'investimento è decisamente rapido e l'impianto è fattibile praticamente ovunque. Inoltre la temperatura possibile di esercizio è compresa a seconda dei modelli tra i -25° ed i 43°.

Un altro ottimo motivo per scegliere una pompa di calore aria/acqua NIBE è il suo bassissimo impatto ambientale.

Ideali per ogni tipo di impianto di distribuzione termica (radianti a pavimento/soffitto/parete, ventilconvettore, radiatore, radiatori a bassa temperatura) avendo temperature di mandata possibili sino a 58° (di compressore, fino a 65° con l'uso di una resistenza interna); idem per impianti misti avendo più temperature di mandata gestibili contemporaneamente.










 

 

Sondaggio

Argomento di maggior interesse