By Plimun Web Design

Geotermia

E-mail Stampa PDF

Installando una pompa di calore geotermica NIBE, è possibile ridurre il consumo energetico anche dell'80%.

La ragione è data dal fatto che, come principale fonte di energia, una pompa di calore geotermica usa la terra, il suolo superficiale o uno specchio d'acqua circostante e tutti questi tipi di energia sono gratuiti.

Inoltre, l'efficienza dell'ultima generazione di pompe di calore geotermiche NIBE (che si contraddistinguono per un range operativo particolarmente elevato) ha un impatto estremamente positivo sulla rapidità di ritorno dell'investimento.

Riscaldamento, acqua calda sanitaria e raffrescamento in modo efficiente, sicuro e senza problemi, con un impatto ambientale veramente minimo e risparmi ingenti sui consumi.

Quando parliamo di geotermia intendiamo prevalentemente quella a bassa entalpia, ovvero a bassa profondità, in media con sonde verticali con profondità variabile tra i 90 e 200 metri, in base alla taglia della pompa selezionata e alle normative edili locali.

La pompa di calore recupera l'energia immagazzinata nel sottosuolo mediante le sonde geotermiche inserite nel terreno. Questo tipo di sistema può essere utilizzato per qualsiasi tipo possibile di edificio, grande o piccolo, pubblico o privato. Richiede poco spazio e la sonda geotermica può essere interrata anche nei giardini più minuscoli.

Ideali per ogni tipo di impianto di distribuzione termica (radianti a pavimento/soffitto/parete, ventilconvettore, radiatore, radiatori a bassa temperatura) avendo temperature di mandata possibili sino a 65° (di compressore, fino a 70° con l'uso di una resistenza interna); idem per impianti misti avendo più temperature di mandata gestibili contemporaneamente.

 

Sondaggio

Argomento di maggior interesse